All posts by emma_swan

Ranocchi, bestie e colombe: la metamorfosi nelle fiabe

Se ci penso bene, le mie fiabe preferite sono quelle in cui un personaggio, protagonista o no, subisce un sortilegio che lo trasforma in animale. Credo che ad affascinarmi sia il processo che porta allo scioglimento del maleficio: non di rado ci sono prove da superare, altrimenti bisogna che l’eroe o l’eroina della storia compiano una particolare azione o riescano a provare un sentimento sincero verso la vittima della metamorfosi. E quando alla fine l’incantesimo si spezza, provo una sorta di sollievo misto a soddisfazione: sì, lo sapevo che sarebbe finita così, ma è bello lo stesso! È questo il fascino senza tempo delle fiabe: ti avvincono e ti trascinano in un turbine di emozioni, per poi regalarti tutto il sollievo del lieto fine (quando c’è, in genere quasi sempre).

In questo articolo mi piacerebbe presentarti alcune delle mie fiabe di metamorfosi preferite, divise in due grandi categorie: quelle in cui il sortilegio si spezza grazie all’amore e quelle in cui, invece, risulta necessario il superamento di una prova. Sono racconti che ho sempre amato molto e che ho proprio voglia di condividere con te!

Scorrendo l’articolo, troverai i testi di alcune di queste fiabe da scaricare: spero che ti divertirai a leggerli e/o a proporli ai tuoi bambini. 😉 Alla fine ti proporrò anche un piccolo suggerimento per una simpatica attività da svolgere con i più piccoli: la creatura misteriosa!

Continue reading… →

Quando il lupo non è così cattivo: tre storie fuori dalle righe

Per secoli, il lupo nelle fiabe ha goduto di una fama crudele e feroce. Divoratore di bambini, capretti e creature indifese, ha incarnato la malvagità di un essere pericoloso, che si nasconde nelle ombre del bosco.

In tempi più recenti, però, la figura del lupo ha conosciuto una sorta di rivalutazione positiva: ha iniziato ad assumere tratti più simpatici, trovandosi a volte vittima inconsapevole di quella nomea di bestia malvagia che lo ha accompagnato per centinaia di anni.

Non è inusuale trovare in libreria racconti in cui il lupo è tutt’altro che feroce e cattivo, io stessa durante le mie scorribande a caccia di “chicche” ne ho trovati alcuni che mi sono piaciuti particolarmente. Di seguito ve ne consiglio tre, che trovo molto ben fatti e di gradevole lettura, e non solo a beneficio dei più piccoli.

Continue reading… →

Cigno, appiccica!

Immagine di azazelok

Una delle fiabe classiche più divertenti è certo Cigno, appiccica!, di Ludwig Bechstein. Ho sentito questa storia per la prima volta grazie alle famose Fiabe Sonore a cura di Fabbri Editore: te le ricordi? Trovavo fantastiche le interpretazioni del narratore, il bravissimo Silverio Pisu.

Qui sotto puoi scaricare il testo della fiaba in pdf:

Ai bambini piace molto questa fiaba, per due buoni motivi: vediamo quali!

Continue reading… →

Il bosco delle fiabe

Il bosco è teatro di numerose fiabe, sin dalle loro prime versioni, quelle narrate attorno al fuoco. Nel bosco ci si perde, ci si addentra per compiere una missione, lo si attraversa per raggiungere una mèta, ci si ritrova per caso. Le combinazioni sono moltissime! Ma qual è il suo significato all’interno di una fiaba?

Continue reading… →

“Lupetto Rosso”, Amélie Fléchais

Titolo: Lupetto Rosso
Autore e illustratore: Amelie Fléchais
Editore: Tunué
Collana: Mirari
Genere: albo illustrato
Formato: copertina rigida
ISBN: 978-8867901562
Anno: 2015
Pagine: 80
Prezzo: 14,90 €
Link all’acquisto

Amo i racconti creati a partire dalle fiabe classiche, a patto che gli autori riescano a rendere speciale la loro storia mantenendo riconoscibile ma non preponderante la traccia originale. Perciò, quando mi sono imbattuta in “Lupetto Rosso” non ho avuto dubbi: un piccolo capolavoro!

La trama è liberamente tratta dalla fiaba “Cappuccetto Rosso” di Perrault, solo che a indossare il mantello rosso non è una bimba, bensì un simpatico lupacchiotto un po’ pasticcione che finisce per trasgredire a tutte le regole date dalla mamma e si perde nel bosco. Qui incontra… una ragazzina bionda, un po’ strana in verità, ma abile nel guadagnare la fiducia dell’ingenuo lupetto, che si lascia condurre a casa sua. Il resto ve lo lascio scoprire! 😉

Continue reading… →

Il cammino dell’eroe*

C’è un motivo per il quale grandi e piccoli amano le fiabe: perché s’immedesimano nei panni dell’eroe! Affrontano l’avventura insieme a lui, superano le sue prove, temono per la riuscita dell’impresa e alla fine possono gioire soddisfatti. È meravigliosa la sensazione di serena compiutezza che ci pervade una volta giunti al tanto sospirato “… e vissero felici e contenti”.

Gli eroi delle fiabe incarnano tutte le qualità migliori, ci hai mai fatto caso? Sono generalmente belli, buoni, coraggiosi e generosi. Allo stesso modo, gli antagonisti sono cattivi e basta; a nessuno interessa conoscere le vicissitudini psicologiche della perfida regina di Biancaneve, a nessuno verrà mai in mente di mettere in dubbio la ferocia dell’Orco di Pollicino. Insomma, non ci sono mezze misure. Questo perché per il bambino sarebbe troppo difficile cogliere le sfumature psicologiche dei personaggi delle sue storie preferite. Inoltre, se vogliamo soffermarci sulla valenza educativa delle fiabe, è bene presentargli dei modelli ben definiti, cosicché possa imparare a conoscere  il Bene e il Male. Insomma, i personaggi delle fiabe sono sempre tutti di un colore: bianchi o neri. Non esistono le sfumature grigie.

Continue reading… →

“Uno strano destino a Miciopolis” – il giveaway

Leggere “Uno strano destino a Miciopolis” è stata per me una gran bella sorpresa e recensirlo è stato un vero piacere (trovi qui la recensione). Proprio perché ho molto apprezzato il messaggio insito in queste pagine, basato sul rispetto reciproco e sul potere terapeutico dell’amore, ho parlato con l’autrice, Liliana Sghettini, e abbiamo  pensato di indire un concorso che consentirà a uno dei lettori di portarsi a casa una copia autografata del libro. Vi piace l’idea? 😉

Per partecipare dovrete solo seguire questi semplici passi:

Commentare questo articolo raccontandoci un vostro ricordo legato a un micio che ha fatto parte (o fa parte tuttora) della vostra vita. In alternativa, potete pensare a un nome che dareste a un gattino e motivare la vostra scelta (i nomi dei cuccioli protagonisti di Miciopolis hanno tutti un significato molto importante 😉 )

Continue reading… →

“Uno strano destino a Miciopolis”, Liliana Sghettini e Francesca Di Nardo

Titolo: Uno strano destino a Miciopolis
Autore: Liliana Sghettini
Illustratore: Francesca Di Nardo
Editore: Temperino Rosso Edizioni
Collana: Il bocciolo
Genere: racconto per bambini
Formato: ebook o cartaceo
ISNB cartaceo: 978899819252
ISBN ebook: 978899819262
Anno: 2017
Pagine: 24
Lo trovi su Amazon

Per acquistare la copia in edizione cartacea potete scrivere a miciopolis@libero.it, oppure potete trovarla sul sito dell’editore.

“Uno strano destino a Miciopolis” è una tenera storia d’amore: quella che da sempre lega un gatto al suo padrone. Perché si sa, gatti ed esseri umani sono fatti per vivere insieme e scambiarsi coccole e affetto. A Miciopolis non è più così, purtroppo, da quando una sciocca legge vieta ogni contatto tra le due specie. La legge è stata promanata per arginare una pericolosa epidemia, attribuita erroneamente alla vicinanza tra uomini e gatti.

Continue reading… →

“Cappuccetto Rosso”, Massimiliano Frezzato

Titolo: Cappuccetto Rosso
Autore: Massimiliano Frezzato
Illustratore: Massimiliano Frezzato
Editore: Lavieri Edizioni
Collana: I Leporelli
Formato: copertina rigida
ISBN: 978-8896971406
Anno: 2014
Pagine: 24
Lo trovi su Amazon

Questa non è la solita storia di Capuccetto Rosso… o meglio, lo è, ma con una voce in più.

Questa riscrittura a opera di Massimiliano Frezzato è brillante e divertente, soprattutto perché presenta due voci: la prima, scritta in rosso, ci racconta la fiaba come la conosciamo, mentre la seconda, in nero, è pensata per gli adulti, per rendere la lettura un po’ più ironica e vivace. Naturalmente è possibile scegliere a quale voce affidarsi, leggendo solo le parti in rosso per i più piccoli e aggiungendo quelle in nero per i grandi. 😉

Continue reading… →

Servirebbe una bacchetta magica…

Quante volte hai esclamato, di fronte ad un problema, “servirebbe una bacchetta magica”?

Nella maggior parte delle fiabe classiche l’eroe si serve di un oggetto magico per superare una difficoltà oppure per sconfiggere il cattivo di turno. E a chi non piacerebbe avvalersi di un aiuto di questo tipo?

Con i bambini può diventare divertente giocare con gli oggetti magici delle fiabe. Vediamo come!

Indovina la fiaba
Chiedi al bambino di indovinare quale mezzo magico usa l’eroe in una fiaba particolare, ad esempio “che cosa usa il soldato per chiamare i tre cani magici?” (dalla fiaba di Andersen, “L’acciarino magico”: il soldato usa, appunto, un acciarino).

Puoi anche invertire l’indovinello e domandare in quale fiaba si trova un particolare oggetto magico, per esempio “in quale storia viene adoperato uno specchio magico in grado di parlare?” (naturalmente in “Biancaneve e i sette nani” dei Fratelli Grimm).

Continue reading… →